BLEFAROPLASTICA

Gli occhi sono l’elemento più evidente del viso. La blefaroplastica è un intervento utile per ringiovanire l’aspetto del paziente e per correggere alcuni difetti congeniti delle palpebre come occhi piccoli, palpebra cadente o palpebra orientale.

More

I NOSTRI MEDICI

Dr. Paolo Alex Luccioli

APPROFONDIMENTI

La blefaroplastica è utile per correggere difetti come:

  • cedimento delle palpebre superiori;
  • pelle delle palpebre superiori che appoggia sulle ciglia e riduce la visuale;
  • sguardo dall’aspetto triste;
  • rigonfiamento delle palpebre superiori o inferiori;
  • canto esterno spiovente;
  • sopracciglia troppo vicine all’apertura dell’occhio

In alcuni casi la blefaroplastica è abbinata ad un lifting temporale che solleva l’arcata sopracciliare per raggiungere il risultato desiderato.

Durante la visita preparatoria alla blefaroplastica il chirurgo esamina la zona interessata, la forma dell’occhio, il rilassamento della cute palpebrale, la presenza di rughe (zampe di gallina), la presenza di accumuli adiposi (borse), la forma delle sopracciglia e la condizione generale del viso.

Oltre all’anamnesi completa il paziente viene interrogato sull’inestetismo che provoca il disagio e sulle sue aspettative e viene correttamente informato sulla tecnica d’ intervento e sui possibili rischi o complicanze in modo da prendere una decisione consapevole.

Il candidato all’intervento deve godere di buona salute ed essere sottoposto a tutte le indagini cliniche preliminari all’intervento.

Una settimana prima della blefaroplastica deve cessare completamente l’assunzione di aspirina (e farmaci con medesimo principio attivo), alcolici e sigarette.

L’intervento di belfaroplasitica superiore e inferiore dura mediamente 20 minuti. Viene eseguito in anestesia locale accompagnata da sedazione endovenosa. Le incisioni praticate nella palpebra superiore seguono un preciso disegno e la cicatrice finale rimarrà nascosta nella rima palpebrale e nelle pieghe d’espressione. Attraverso l’incisione si rimuove anche l’accumulo adiposo in eccesso.

Per la palpebra inferiore, gli eccessi adiposi responsabili delle cosiddette borse vengono eliminati attraverso un’incisione che corre immediatamente sotto le ciglia.

Al termine dell’operazione vengono applicati i punti di sutura e gli appositi cerotti.

Il chirurgo dà quindi al paziente tutte le indicazioni relative al post operatorio (riposo, movimenti da evitare, farmaci da assumere, ecc.).

L’intervento non è doloroso né durante l’intervento né durante l’immediato post operatorio che può essere affrontato con i normali analgesici da banco.

Nell’immediato post operatorio è normale un certo gonfiore locale che non durerà più di qualche giorno e nei primi giorni la vista sarà ostacolata dei cerotti che non permettono la normale dinamica delle palpebre e si assisterà ad un aumento della lacrimazione.

Le normali attività possono essere riprese mediamente dopo 8 giorni.

Sono normalmente previste due medicazioni per la sostituzione dei cerotti e per la rimozione dei punti.

Il processo di guarigione è graduale e bisognerà attendere qualche settimana per ammirare il risultato finale. Le cicatrici normalmente sono rossastre solo per qualche giorno e tendono a sbiadire progressivamente per nascondersi nelle pieghe cutanee e nella rima palpebrale.

Sede Legale

CMT S.R.L Via Antonio Meucci, 4 – 50012 Bagno a Ripoli – Località Grassina – Firenze – CF. e P.IVA IT06649250484 – N. REA 645245 Cap. Soc. sott. € 800.000,00 i.v.